logo USB
pubblicato il 17 dicembre, 2014

SENATO ACCADEMICONEW dal SENATO ACCADEMICO

Con il nuovo Regolamento per i contratti c/terzi  assicurate risorse aggiuntive per il fondo accessorio.
Superato il primo scoglio, adesso la parola al CdA.

 

Nella seduta del Senato Accademico di ieri 16 dicembre al 2° punto dell’ OdG è stato approvato il Regolamento per i contratti per c/terzi.

E’ stato discusso il testo che in sede di Commissione aveva subito alcune modifiche di tipo tecnico, tutte condivise,  tranne una   energicamente contrastata come  rappresentante  del personale tecnico -amministrativo.  Il testo emendato, anziché produrre l’incremento dell’importo attualmente  destinato al Fondo per il Salario Accessorio, di fatto l’avrebbe ridotto oltre che renderlo aleatorio.

Al dibattito, durato più di due ore,  hanno partecipato molti Senatori e sul punto controverso, insieme a Stefano Ciccone sono stata impegnata in un’accesa  discussione con l’obiettivo di ripristinare la regola che avrebbe assicurato un maggior gettito al salario accessorio.

Grazie all’opera di mediazione del prof Milano e, in particolare, del Prorettore Vicario Prof. Franchini è stata approvata una soluzione che, in ogni caso, garantirà l’incremento del fondo accessorio, così come concordato in sede di contrattazione decentrata. In sostanza la percentuale attualmente in vigore del 70% delle entrate destinate al Bilancio d’Ateneo (il 10% del Finanziamento per il singolo contratto) passerà al 90% del 12% del Finanziamento.   Leggi tutto l´articolo »

pubblicato il 12 dicembre, 2014

Resistere fa bene alla salute  USB PI  e i lavoratori del PTV  esprimono solidarietà agli operatori          esternalizzati che hanno corso il rischio di essere licenziati.
Nella città del “magna magna..” sono sempre i più deboli a pagare le  conseguenze di un sistema in cui, per fronteggiare le ruberie del “mondo di  sopra”, si impongono i piani di rientro sulla pelle dei lavoratori e delle loro  famiglie, a discapito della salute dei cittadini.
I vertici del PTV  si congratulano perchè il Policlinico di Tor Vergata,  nonostante la crisi regionale, ha avuto un incremento dei posti letto e nello  stesso tempo si consentiva il licenziamento di circa 70 operatori ausiliari  che con il loro lavoro concorrono a rendere sostenibile il servizio sanitario  ai cittadini.

Ma come si può accettare una simile situazione? Alla fine la resistenza dei lavoratori, organizzati dal sindacato, ha vinto la battaglia per il  Lavoro e la Salute, diritti inalienabili che non possono essere ostaggio del profitto!

                                                                   Un monito per tutt*:   CHI LOTTA PUO’ PERDERE… MA CHI NON LOTTA HA GIA’ PERSO!! Leggi tutto l´articolo »

pubblicato il 22 novembre, 2014

punto di vista

 

Nella seduta di contrattazione di ieri, 26 novembre, è stato sottoscritto l’accordo sull’anticipo dell’orario di lavoro, sui              criteri    di erogazione dei buoni pasto ed incremento del limite dell’orario in esubero. L’accordo andrà in vigore dal 1° di        gennaio 2015.

E’ stata conclusa, inoltre, la discussione sul Regolamento per attività c/terzi, per quanto di competenza della                             contrattazione decentrata, trattandosi di materia che ha riflessi di carattere retributivo. I regolamenti di ateneo, difatti,          sono approvati dal Senato Accademico, previo parere del CdA.

Per la prossima contrattazione, fissata per l’11 dicembre, sapremo se il Collegio dei Revisori avrà approvato  la proposta di limitare la “valutazione” alla parte dell’IMA finanziata dalle risorse eccedenti, risultanti dalla soppressione dell’indennità di meccanografia e da ulteriori risorse di bilancio reperite nella costituzione del fondo 2014.

Per USB l’operazione è il risultato di un compromesso tra le parti con  il duplice scopo di superare  per il 2015 il contratto integrativo “unilaterale” (che, a nostro parere, mina l’essenzialità stessa del ruolo sindacale) e sostenere il principio della tutela del salario fisso e a carattere generalizzato per  contrastare l’erosione del salario, imposto dalle riforme normative restrittive.

Con  un breve resoconto, riportiamo il nostro punto di vista sull’esito della contrattazione: Leggi tutto l´articolo »

pubblicato il 18 novembre, 2014

la salute non è profitto  A leggere gli esiti – ancora parziali – dei 6 tavoli sulla sanità della Leopolda c’è da rimanere basiti tanta e tale e’ la distanza tra   le enunciazioni in libertà risuonate nell’antica stazione dei treni a vapore e quanto contenuto nella ben più attuale e    realistica legge di stabilità che, nell’immediato futuro, si tradurrà in ulteriori e pesanti tagli nella carne viva di lavoratori e  cittadini.

 Il “futuro è solo l’inizio”: appunto!

Respiro profondo e supplemento di lucidità sono quindi indispensabili per procedere in una sommaria e parzialissima  comparazione tra Leopolda e realtà. Leggi tutto l´articolo »